psicologa torino

psicoterapeuta torino

psicoterapia

consulenza psicologica torino

Psicologa Torino è di propietà della dott.ssa ALBERTA psicologa e psicoterapeuta a Torino. Psicologa torino è il luogo virtuale della Dott.ssa Nicoletta ALBERTA.
Psicologa Torino è il nome del sito della dottoressa Nicoletta Alberta. La dottoressa dopo essersi laureata in psicologia presso l'Università di Torino si è Specializzata in Psicoterapia. Per diventare psicoterapueta bisogna essere laureata in psicologia ed aver effettuato 4 anni di specializzazione in psicoterpapia. La psicologa torino Alberta, è cosi' diventata Psicoterapueta, e svolge la sua attività a Torino, perciò meglio conosciuta nell'ambiente con Psicoterapeuta Torino. La sofferenza psicologica si manifesta attraverso molteplici sintomi psicologici e fisici, e con l'aiuto di una psicologa o di una psicoterapueta questi si possono curare questi sintomi ed è per questo motivo che la psicologa torino e psicoterapueta Torino Alberta ha deciso di iniziare nella citta dove si è laureata, a Torino. Alcune persone prendono la decisione di rivolgersi ad uno psicologo o ad uno psicoterapueta perchè si sentono sole o da troppo tempo depresse o ansiose. Molte altre per avere un sostegno per affrontare la malattia. D'altra parte molti, invece, per paura dello stigma non si rivolgono a nessun psicologo o psicoterapueta. La psicologa Torino e psicoterapeuta Torino Dott.ssa Alberta riceve su appuntamento e offre la sua consulenza psicologia a torino rispettando tutte le norme per la privacy. La psicologa Torino e psicoterapeuta a Torino ALBERTA sarà lieta di offrirvi tutta la sua professionalità per una consulenza psicologica. La prima consulenza psicologica sarà gratuita e si svolgerà a Torino nel suo studio privato.

psicologa torino,psicoterapeuta torino, consulenza psicologica torino

Psicologa • Psicoterapeuta

CRISI ESISTENZIALI

La vita è movimento e cambiamento: la natura muta attraverso le sue stagioni, la persona attraverso i suoi umori e i suoi vissuti. Solo ciò che è privo di vita è anche privo di movimento. Accettare questo significa vivere in armonia con se stessi e con l’esistenza; seguirne il flusso costante significa rispondere alle esigenze evolutive insite nella natura umana.

 

Non dobbiamo continuare a temere i contrasti, i conflitti e i problemi con noi stessi e con gli altri,
perché perfino le stelle, a volte, si scontrano fra loro dando origine a nuovi mondi.
Oggi so che questo è Vita.

Charlie Chaplin

 

Tutti i CAMBIAMENTI DI VITA (lutti, fallimenti, matrimonio, convivenza, laurea, insuccessi scolastici, lavorativi, cambiamenti di lavoro, nascita di un figlio, cambiamenti di abitazione, adolescenza, la prima età adulta, il pensionamento, ecc.) possono comportare un cambiamento dell’IMMAGINE DI SE' e una PERTURBAZIONE EMOTIVA che può durare, a seconda di ognuno di noi, più o meno a lungo ed essere più o meno intensa. Non esiste un evento di per sé più o meno stressante, ma la sua intensità dipende da chi lo vive e da come viene vissuto.

Si definisce CRISI ESISTENZIALE una dolorosa sensazione di mancanza di un senso profondo che motivi il proprio Esistere. 

La crisi esistenziale è una condizione di malessere che nel tempo può diventare onnipervasiva, contagiando con la sua negatività le diverse situazioni di vita. Ci sono molte persone che apparentemente conducono un'esistenza tranquilla, sembrano realizzate dal punto di vista lavorativo, hanno degli affetti, eppure soffrono a causa di una dolorosa sensazione di vacuità, di mancanza di senso, accompagnata da un'affettività abbattuta, depauperata di energie, appiattita.

Per far fronte a questa condizione, si possono cercare ", FACILI RIMEDI" come l'uso di psicofarmaci, meno costosi in termini di investimento personale e veloci nell'azzittire quel dolore psichico più acuto. Ma gli effetti collaterali sono ancora più deleteri: appiattimento emotivo e ostruzione della strada verso il cambiamento, con il rischio che non avvenga un passaggio fondamentale per la risoluzione della crisi, ovvero la "PRESA IN CARICO DI SE'".
Altre "FORME DI AUTO-CURA", diffuse soprattutto tra i più giovani, sono le droghe e l'alcool, che smorzano quel senso di angoscia, di agitazione emotiva, che si valuta essere priva di particolari contenuti e significati. Sempre sulla linea dello "STORDIMENTO DI COSCIENZA", che allontana e disperde l'attenzione dal proprio Essere, uno stile tipico della nostra società, è l'impulso all'acquisto esagerato, fine a sé stesso, lontano dai bisogni reali dell'individuo.

Se accade questo, le vere cause del malessere divengono inaccessibili, e la persona che soffre, a causa di una CRISI DI SENSO VITALE, permane in una sorta di LIMBO.
È il prezzo che si paga quando si permane in una condizione di FUGA DAL DOLORE PSICHICO, evocato dalla propria storia personale: “per evitare di soffrire blocco la strada che mi potrebbe condurre verso le radici più profonde del mio star male”.

Il TRATTAMENTO delle crisi esistenziali consiste, invece, nel guardare al passato e rivedere la propria storia personale; lo psicoterapeuta può essere la guida, il compagno di viaggio, che segna la strada e mostra i tranelli. Affrontare tutto questo non è facile e soprattutto non è immediato, richiede tempo e impegno costante, ma se si sceglie il cambiamento, il PERCORSO DI CONOSCENZA DI SE' è una via obbligata.

Il fine è quello di dare un SENSO AUTENTICO AL PROPRIO ESISTERE.

 

 

  • Il Colpevole non è fuori, è dentro. Ma non sei tu.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10